In questo articolo ti spiegherò in che modo potrai raggiungere e coinvolgere il tuo pubblico attraverso una strategia di E-mail Marketing personalizzata.

Cominciamo subito!

Content is King

Non è un segreto: i contenuti di qualità fanno la differenza. E non sono su un sito web. Sappiamo bene che dei contenuti pertinenti, scritti bene e con le giuste keyword sono essenziali per un miglior posizionamento sui motori di ricerca.

Ma non è tutto. I contenuti sono allo stesso modo importanti su tutti i canali di comunicazione online. Le email non fanno eccezione.

Se ci pensi bene, con una strategia di Content Marketing ben strutturata ed efficace, anche attraverso le email puoi coinvolgere gli utenti, li puoi informare e, soprattutto, li puoi persuadere a concludere un acquisto.

Devi sapere che, sostanzialmente, esistono tre tipi di contenuti che puoi produrre:

  1. Contenuti informativi – utili per gli utenti che sono potenzialmente interessati al tuo brand, ma non sono ancora pronti a comprare.
  2. Contenuti comparativi – servono agli utenti per valutare le opzioni a loro disposizione e meglio orientarsi nella scelta dell’acquisto.
  3. Contenuto persuasivi – fondamentali per accompagnare gli utenti nell’ultima fase del processo d’acquisto, fino all’acquisto vero e proprio.

Attraverso le email puoi convenire qualsiasi tipo di messaggio, sia che tu voglia semplicemente informare i tuoi contatti, oppure promuovere un prodotto e incentivarne l’acquisto.

Ma perché sia effettiva, il testo della email deve conferire una sorta di “autorità” al tuo brand, informando le persone sul valore che i tuoi prodotti o servizi offrono e presentandoli come le migliori soluzioni sul mercato.

Vediamo ora quali sono i passaggi da seguire per personalizzare i contenuti delle email.

Segmenta la tua mailing list

Non tutti i clienti sono uguali. Significa che non tutti hanno gli stessi interessi, le stesse esigenze e, cosa ancora in più importante, lo stesso approccio agli acquisti. Per questo motivo avrai bisogno di creare contenuti diversi a seconda dei contatti ai quali ti stai rivolgendo.

Il modo migliore per farlo è quello di suddividere la tua mailing list in gruppi più piccoli, e inserire al loro interno i contatti con caratteristiche simili. Questo ti sarà utile nella fase successiva, ovvero quando dovrai effettivamente progettare i testi da includere nelle email.

Con delle liste di contatti ben definite, potrai pianificare delle sequenze di email personalizzate e migliorare così il ROI (return on investment).

Invia il messaggio giusto al cliente giusto

Ora che hai segmentato la tua mailing list, dovrai scrivere delle email di follow-up specifiche in base alle caratteristiche dei contatti.

La prima cosa da sapere è che, per realizzare dei contenuti di qualità, dovrai imparare ad essere sempre un passo avanti rispetto alle potenziali richieste dei tuoi clienti. Il gioco è proprio quello di saper anticipare qualsiasi loro perplessità e dubbio, fornendo loro le risposte che cercano.

Con un contenuto personalizzato, dimostrerai di saper cogliere le esigenze specifiche dei tuoi clienti fornendo soluzioni su misura. Così facendo, si fideranno del tuo brand e sceglieranno i tuoi prodotti o servizi rispetto a quelli della concorrenza.

Cerco di spiegarmi meglio con un esempio.

Se un lead sa già di voler comprare un capo di abbagliamento, un paio di scarpe ad esempio, potrebbe non avere bisogno di un messaggio sul sito web che lo convinca a procedere con l’acquisto. Tuttavia, potrebbe essere utile inviare una email con dei consigli utili per il prossimo acquisto, magari con un buono sconto.

Un contatto che invece non è ancora sicuro di volere acquistare, ma si dimostra interessato al tuo brand, avrà bisogno di una serie specifica di email follow-up per fidarsi al punto di investire nei tuoi prodotti o servizi. Potrebbe quindi aver senso inviargli regolarmente una newsletter, ad esempio per tenerlo informato sulle ultime novità legate all’azienda, sui nuovi prodotti e sulle promozioni attive.

Tieni presente che ci sono davvero moltissimi modi per attirare e convertire i lead in clienti. Spetta a te trovare la soluzione che più si addice al tuo pubblico.

Fai attenzione all’oggetto dell’email

Ultimo, ma non per importanza, presta attenzione all’oggetto con cui decidi di inviare le tue email perché da quello può dipendere il successo della tua strategia di e-mail marketing.

L’oggetto, insieme al nome del mittente, è la prima cosa che un utente legge quando riceve una nuova email e, un po’ come avviene con il titolo di un articolo di giornale, se non è interessante e non attira l’attenzione del lettore, sarò con grandi probabilità ignorato.

Le parole che si decide di usare all’interno dell’oggetto sono quindi molto importanti, se si vuole che l’utente apra l’email. Il mio consiglio è quello di utilizzare delle frasi ad effetto, ipnotiche. Aiutati anche con le emoji e le parentesi quadre. Allo stesso modo, però, dovrai essere conciso: l’oggetto non dovrà avere più di 10 parole.

Anche in questo caso, la personalizzazione è una risorsa essenziale: pensa sempre all’oggetto che meglio si adatta alle caratteristiche della tua lista di contatti.

 


Se sei interessato a capire meglio come gestire le email e personalizzare i contenuti e integrare una strategia di E-mail Marketing efficace, non esitare a contattarci!

Reader Interactions

Copyright ©2017 · Circle Srl - All Rights Reserved · | Cookie & Privacy | Mappa del sito | Help Desk